Life by the Sea

"Di fronte al mare la felicità è un' idea semplice"
Una frase bellissima, tratta dal libro "Il cuore di Marsiglia" di Jean Claude Izzo. Quando ci si trova di fronte al mare, non si può che dargli ragione.
Io lo amo profondamente e ho dedicato questo progetto a questa immensa forza della natura.
Quando ho visto questa collezione  (Life by the Sea di Maja Design),  tra le mille carte esposte da Hobby di Carta, ho avuto la stessa reazione che ho di fonte ai pòis: deve essere mia!!
E non vedevo l'ora utilizzarla!

                                    Ho creato un portafoto da appendere con 3 cornici 3D.



La misura finale è 10 cm x 10 cm, con un bordo di 2 cm. Prima di assemblare ogni cornice ho fatto dei buchi alle due estremità (per far passare poi la corda) e li ho coperti con degli eyelets bianchi.
Con la stessa corda utilizzata per unire le 3 cornici ho creato la corda arrotolata tipica dei pescherecci e i dettagli del salvagente.

Cosa succede se non riesci a decidere quale lato utilizzare di una carta che ti piace troppo? Semplice: le fotografie le metti all'esterno della cornice! Così, questi fantastici scorci delle Cinque Terre sono finiti sul bordo, ma sembra che in questo modo abbiano preso più importanza, no?


Per la scritta S-E-A ho utilizzato l'alfabeto Sizzix Wordplay, un grande classico, ma se siete alla ricerca di un alfabeto insolito e introvabile, vi consiglio di fare un giro qui, nella sezione alfabeti.
Per dare spessore alle lettere ho fatto una doppia fustellata: bazzil kraft + cartoncino da recupero, applicati poi alla cornice con lo scotch spessorato.


Per fare il salvagente bastano due punch-cerchio di diverso diametro.



E la barchetta di carta? Un piccolo origami pieno di significato. Non poteva mancare in questo progetto, la faccio da sempre, da quando ero bambina. Quando la fai senti subito il profumo del mare.


Fatela ogni tanto una barchetta di carta, mollate le cime, allontanatevi dal porto sicuro e...
sognate.
Alla prossima, Ali

Cucire un paralume - DIY

Sapete perché adoro lo shop di Hobby di Carta? Perché è pieno zeppo di prodotti per qualsiasi tipo di hobby creativo, dallo scrapbooking al cucito, dal cake design alla pittura…. Qualsiasi cosa vogliate creare e decorare nello shop la troverete di sicuro!
A proposito di prodotti da decorare oggi voglio mostrarvi come sono riuscita a dare un tocco di colore ad un abat-jour (che trovate qui nello shop) per la cameretta della mia bimba.
Come potete vedere la lampada così era anonima….



…e così ho deciso di decorare il paralume e renderlo più adatto alla camera della bimba. E’ bastato un po’ di elastico e della stoffa e la lampada ha cambiato decisamente connotati!


Pensavo fosse difficile cucire un paralume in stoffa, invece è stato più facile del previsto. Ora vi spiego passo passo come fare, così se avete anche voi un paralume da “rivisitare” potete farlo in pochi e semplici passaggi.
Ecco qui le misure del mio paralume:



Ho tagliato la stoffa per coprire il paralume calcolando una volta e mezza la misura della circonferenza più grande (B), mentre per l’altezza ho aggiunto 10 cm alla misura originale (A), ottenendo così un rettangolo pari a 99 cm x 35 cm.
Successivamente ho piegato la stoffa in modo che il lato A , ovvero il lato più corto del paralume, fosse dritto contro dritto e ho cucito lungo il bordo, ottenendo così una sorta di tubolare.
Ho poi creato un passante sia sopra che sotto, realizzando un piccolo orlo, lasciando uno spazio aperto per inserire l’elastico.
Ho infine inserito l’elastico in alto e in basso, aiutandomi con una spilla da balia, l’ho fissato e ho chiuso il passante. Ecco il paralume finito, pronto per essere indossato. Prima però fate attenzione e distribuite bene l’arricciatura!



Per renderlo più grazioso ho deciso di creare anche una balza. Ho voluto giocare con la stoffa e ho scelto una stoffa con gli stessi colori ma con una fantasia diversa.
Ho tagliato un rettangolo di stoffa di 20 cm di altezza e 99 cm di lunghezza (ovvero una volta e mezza la misura della circonferenza della base del paralume).


Ho piegato la stoffa a metà, dritto contro dritto, nel senso della lunghezza e ho cucito lungo il bordo più lungo, creando una sorta di tubolare aperto. Ho rigirato la stoffa sul dritto e ho cucito il lato corto, lasciando un’apertura centrale per far passare successivamente l’elastico. A circa 1/3 della balza ho realizzato due cuciture parallele, a distanza di circa 1,5 cm l’una dall’altra. Ho quindi inserito l’elastico con l’aiuto della spilla da balia e, una volta ottenuta l’arricciatura desiderata, l’ho fissato alle estremità. Ho infine chiuso il passante e l’apertura centrale e la balza è terminata!



Per decorarla ancora un po’ ho deciso di realizzare un fiocco. Vi spiego come ho fatto? Semplice, ho ritagliato due rettangoli con queste misure:


Per entrambi i rettangoli ho piegato la stoffa a metà, dritto contro dritto, nel senso della lunghezza e ho cucito lungo i tre lati, lasciando però un’apertura per risvoltare il lavoro. Ho cucito l'apertura con dei punti nascosti. Dopo aver eseguito questo passaggio per entrambi i rettangoli, ho posto quello più piccolo sopra al rettangolo più grande e li ho fissati assieme grazie ad una fascettina realizzata allo stesso modo da uno scarto della stoffa. Il fiocco ora è pronto per essere fissato alla balza tramite dei punti.



Ed ecco a voi il paralume finito. E’ più facile a farsi che a dirsi….. spero di essere stata chiara in tutti questi passaggi!


Se anche voi avete a casa una lampada che necessita di essere rimodernata e rinfrescata, ora sapete come fare per donarle un nuovo paralume…e poi nello shop trovate un sacco di tessuti, uno più bello dell’altro! Quindi, cosa aspettate?!?! Largo alla fantasia!
A presto
Eli



Flip book a modo mio by Crissi

Per il post di oggi vi propongo un “flip book” o almeno credo, ne ho sentito parlare ad un meeting, poi ho iniziato a vedere qualcosina su internet, diciamo che alla fine quello che mi è saltato fuori non è proprio un flip book, ma cmq l’idea è partita da quello! ;oP
Ho usato le bellissime carte di Modascrap, esattamente le Magic Mountain;
poi il timbro Scarecrow della Tilda colorato con matite (ho perso decisamente la mano, ma quello che conta è divertirsi mentre ci perdiamo nel nostro hobby);
della Stamperia invece ho usato dei tamponcini marroncino, verdino, giallo; un washi tape Photography e delle volpi a brads della Rayher;
timbri di Kesi’art, la copertina è stata fatta soprattutto con timbrate.

Per creare questo mini praticamente ho attaccato i fogli 15x15 con il washi tape, in modo da fare un accordian.
 
Qui le pagine decorate:

Alla prossima. Buon divertimento!

SI TORNA A SCUOLA

L'estate sta finendo e già pensiamo ai nuovi impegni, primo di tutti per chi ha figli la scuola! Zaino nuovo da comprare, quaderni, matite colorate, il necessario per la palestra, controllare i compiti delle vacanze... l'emozione di chi ritorna sui banchi, e spesso il sollievo delle mamme che non vedono l'ord di riappropriarsi di qualche ora di libertà... La sfida di questo mese è proprio "Si torna a scuola", mandateci le vostre idee!

Vi ricordiamo che la sfida è aperta a progetti di Scrapbooking, Cardmaking, Cucito, Pittura... qualunque sia il vostro hobby creativo.
 I vincoli per partecipare alla sfida li trovate qui 
Il premio in palio è un buono sconto del 15% e spese di spedizione gratuite
da spendere entro 2 mesi dalla vittoria sul sito di Hobby di Carta 



Ecco le nostre interpretazioni:

Eli

ha realizzato una gonnellina con la simpatica stoffa di R. Kaufmann per affrontare il nuovo anno scolastico da supereroine!



Ali

Si torna (e si comincia) la scuola? Volete responsabilizzare i bimbi? Come? Bhe, con il linguaggio che piace a loro: il gioco e le "faccine", come le chiamano i miei. Ho creato delle rotelle da appendere in stile "disco orario" che devono girare a compito fatto. Seguono le frecce, imparano l'inglese e l'emoji che prima sonnecchiava diventa sveglia e sorridente e gli dà l'ok per la giornata.


Crissi 

Ha realizzato un barattolo portapenne decorato con una tag su cui ha applicato una timbrata Magnolia colorata.




LO+Mini for Maria


Non so se vi sia mai capitato ma…succede a volte che il passato torni a trovarci. Bussa timidamente alla nostra porta. Vuole farci un saluto, vuole riportare a galla un bel ricordo e farci sorridere.

Se vi va, vi racconto una storia. Una bella storia che mi ha fatto fare un salto nel  tempo, oserei dire alle “mie origini”.

È la storia di una coppia conosciuta poco tempo fa ad una festa, grazie ad amici in comune.  Per il Battesimo della loro bimba, tra mille proposte, hanno scelto un Lay-out.  Io ho avuto 3 giorni di paresi per la felicità. Nella mia testa avevo un pensiero ricorrente:  “Ma che razza di genitore sceglie un layout come bomboniera?”. Troppo avanti questi due.  Qualche messaggio su What’s up e… l’immagine del profilo non mente. E arriva la domanda: “Ali, perché hai il simbolo del Wu-Tang Clan?”

Sì, è bastata una W gialla su sfondo nero per capire che c’era qualcosa di molto più profondo che ci legava. Far parte di una crew, le bombolette nello zaino, la musica hip-hop e una tag sul vagone di un treno.  Chissà quante volte ci siamo incrociati da ragazzi, senza conoscerci.  Le stesse strade, le stesse idee.

E così, a distanza di 20 anni, insieme, abbiamo progettato il lay-out per Maria. E abbiamo lasciato a bocca aperta nonni e parenti! ;-)


  Ho cucito un bazzil rosa ad un cartoncino Kraft. Nelle zone dove poi ho posizionato le fotografie, ho creato con uno stencil uno sfondo a pòis (love it!). 


Ho decorato una fotografia con un filo rosa e piccole bandierine, appeso a due mollette di legno. Questa decorazione mi dà sempre l'idea di festa!


Il bordo scallop...lo riconoscete? E' la mitica fustella di hobby di carta, la cornice.

Non avevo mai confezionato un LO, per cui ho pensato di richiamare la cucitura creando una super-busta che lo contenesse.


Per la madrina non poteva mancare un mini-album con le foto di Maria. La struttura, peraltro, è frutto di un corso che ho seguito proprio da Hobby di Carta qualche tempo fa.


La copertina è imbottita e rivestita di stoffa (sbriciate i post di Mel , Eli ed Elisa per scoprire idee su come utilizzarle, sono fantastiche!). In negozio ci sono anche centinaia di nastri e bottoni perfettamente abbinabili ad ogni carta, colore e fantasia.


Le pagine sono unite da washi tape e i bordi leggermente stondati con un punch



Gli elefantini e i quadretti utilizzati nell'album (e nel LO) fanno parte del paper pad di Moda scrap, my little girl.









A quel bellissimo ricordo io ho aperto la porta e ... ho capito che razza di genitori avessi di fronte: the best in town!

Alla prossima, Ali












Tangram di stoffa!!


Chi di voi non ha mai giocato a Tangram? Da quando è iniziata l'estate, ogni giorno cerco attività belle da far fare ai miei bimbi, e una mattina illuminazione.....giochiamo a Tangram!!!! Si, ma dove lo trovo? Dove si prende?? Che domande, con tutte le stoffine belle di Hobby di Carta nell'armadio non potevamo che farcelo noi, irrigidendolo anche con il cartoncino all'interno! Che dite, provate anche voi? E' divertentissimo!!!! Alla prossima!!! Mel










Ciabattine in stoffa


Buongiorno ragazze! In questo periodo sono spesso in casa: ormai a fine gravidanza e con il caldo afoso di questo periodo, mi sto godendo le mura domestiche. Da qui mi è venuta l'idea di realizzare un paio di ciabattine leggere, in cotone. Ed ecco il tutorial! ;)

I materiali che ho utilizzato:
Per prima cosa, ho realizzato un modello, prendendo come esempio delle ciabatte che già avevo e ho ritagliato tutte le parti necessarie dal tessuto e dal feltro: per la base ho ritagliato 4 parti di tessuto, due parti di feltro e quattro parti di flisellina termoadesiva. Per la parte superiore 4 parti di tessuto e due di feltro:


A questo punto, aiutandomi con la carta da forno, ho stirato la flisellina sul tessuto e poi sul feltro (il tessuto risulterà incollato sopra e sotto al feltro), in modo da ottenere due basi complete:


Ho poi realizzato la parte superiore unendo, anche qui, il feltro alla stoffa (il feltro tra i due tessuti). Ho fermato il tutto con gli spilli e cucito lo sbieco sulla parte inferiore:


Ho applicato la parte superiore alla base, facendo combaciare i bordi, e cucito lo sbieco tutto intorno:


Et voilà: ecco le mie ciabattine pronte per essere indossate!